Non sei ancora registrato?  Fallo ora!
CERCA  

OkNotizie
Artisti contro il nucleare

99 Posse

Artisti contro il nucleare


16/03/11
E' passato un anno esatto, era il 9 Marzo 2010, quando diversi artisti italiani si univano a Greenpeace nella battaglia contro il nucleare. I 99 Posse, Er Piotta, i Punkreas, Leo Pari e Adriano Bono & Torpedo Sound machine, hanno per l'occasione registrato un brano dal titolo "No al nucleare" per la campagna "Nuclear lifestyle". Il videoclip è stato girato, sulla nave di Greenpeace "Raimbow Warrior".
Ebbene, in questi giorni torna all'attenzione dell'opinione pubblica il dibattito molto importante sul nucleare, sopratutto dopo la catastrofe che ha colpito il popolo giappnese, piegato prima dal terremoto più forte che si sia mai registrato a memoria d'uomo, successivamente dallo tsunami che questo ha scatenato, onde anomale che hanno distrutto intere cittadine, con migliaia di morti, ancora da recuperare. E quando tutto sembra calmarsi, ecco che arriva la catastrofe più distruttiva di tutte, quella causata dall'uomo, lo scoppio della centrale nucleare di Fukushima, che si trova nei territori limitrofi a quelli già colpiti dal terrremoto. Ed ecco che si ritorna a discutere di nucleare, anche in Italia, nonostante il referendum del 1987, avesse chiuso l'argomento e fatto prevalere il no degli italiani, oggi i politici al governo ripropongono la questione energetica, che in Italia sembra essere già stata messa a dura prova dai rapporti ormai tesi con la Libia di Gheddafi, uno dei principali, paesi esportatori di energia per il nostro paese.
Intanto vi speghiamo un pò le ragioni di questa iniziativa del No al nucleare:
- il nucleare è pericoloso, essendo soggetto a rischi di gravi incidenti;
- le centrali generano scorie che rimangono radioattive per migliaia di anni;
- il contributo all'occupazione è molto limitato;
- è troppo costoso nella costruzione e nello smaltimento e quindi la bolletta aumenterà;
- investire nel nucleare impedirebbe lo sviluppo delle fonti rinnovabili;
- è una pericolosa perdita di tempo ai fini climatici perché occorrono troppi anni per costruire le centrali e i risultati sarebbero scarsi;
- non garantisce indipendenza energetica mentre l'uranio una risorsa limitata;
- non ha il sostegno dei cittadini;
- il nucleare è pericoloso anche a notevoli distanze, ma è più pericoloso quanto più è vicino.
L'iniziativa degli artisti contro il nucleare va avanti, è il primo passo all'avvio di una grande mobilitazione di tutta la società civile, con gli artisti (musicisti, attori, grafici, creativi in genere) schierati in prima linea nel sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza di questo argoemnto. Intanto le iniziative per dire No al nuclera in Italia sono tantissime, su facebook è stata creata la pagina per dire si, nel referendum contro il nucleare, referendum che si terrà il prossimo 12 e 13 giugno. Questi gli slogan che girano in rete, per raccogliere petizioni per dire si al referendum che fermi la costruzione di nuove centrali nucleari in Italia: “Al referendum del 12 giugno vota sì, devi votare sì per bloccare il nucleare in Italia. Occorre essere attivi per non diventare radioattivi.” E anche noi di musicsense, sensibili all'argomento e per l'occasione riproponiamo il videoclip della canzone No al nucleare:



Infine non bisogna dimenticare l'abitudine ormai diffusa nel nostro paese di interessi forti e potenti che lucrano sulla vita di intere popolazioni, e la costruzione di centrali nucleari è un business molto grosso. Perciò è importante per quanto l'argomento sia decissamnete tecnico alla fine, informarsi, seguire i consigli degli esperti e distinguere quelli che fanno gli interessi di qualcun'altro. Oggi più di ieri gli strumenti d'informazione sono innumerevoli, approfittiamone, diventiamo cittadini consapevoli e attivi, il mondo è nostro, la terra è nostra!!!!

Seguono aggiornamenti su artisti contro il nucleare

Artisti contro il nucleare Artisti contro il nucleare Artisti contro il nucleare Artisti contro il nucleare

voivod use drum shop 
usa

La vida que vendrà

La vida que vendrà


blues 2000