Non sei ancora registrato?  Fallo ora!
CERCA  

La folk-songwriter  politicamente impegnata.

Tracy Chapman

La folk-songwriter politicamente impegnata.


22/07/09
Cantanti così raffinate, eleganti, intense non si sentono così spesso. Dietro a questa voce profonda, che canta da sempre brani di grande spessore artistico, troviamo una ragazza afroamericana cha ha fatto della strada la principale maestra di vita. E’ così che iniziò la sua carriera, sin da piccola imparò a suonare la chitarra e i primi spettacoli con artisti di strada e nei bar furono il suo trampolino di lancio; non dimenticando mai le sue origini ne ha fatto un motivo di studio laureandosi in antropologia e in cultura afroamericana, e all’età di soli 24 anni, nel 1988, incise il suo primo album, intitolato semplicemente Tracy Chapman, forse un elogio a se stessa. Tra le tematiche principali dei suoi brani, storie toccanti di povertà, di degrado e marginalità delle periferie americane, attraverso ritmi rock, folk e afro. I giornalisti del settore musicale l'hanno sempre definita come una persona chiusa, introversa, a volte burbera, incapace di adattarsi alle regole della musica commerciale di massa. Questo atteggiamento e le grandi aspettative rispetto all'album d'esordio hanno probabilmente smorzato le vendite dei suoi successivi lavori nella grande distribuzione musicale, ma non le hanno impedito di avere comunque una certa schiera di appassionati e critici musicali che la definiscono una delle migliori cantautrici afroamericane in circolazione. Definita una musicista che canta la libertà, che dà colore e luce al suo pubblico, porterà in scena le ultime canzoni del suo ultimo sensazionale album “Our Bright future”. Oltre ai classici che la portarono al successo come Fast Car”, Talkin’ About The Revolution, Behind The Wall. Nel panorama musicale che ha caratterizzato gli anni Ottanta, troviamo sicuramente Tracy, che ne ha rivitalizzato la scena rock-folk, in una commistione di blues e gospel. Canta con calma e quasi timidezza temi sociali tra i più duri, catturando intere generazioni in tutto il mondo. Vive a Cleveland in Ohio, ed è qui che ha sviluppato questa sua vena misantropa e l’ha resa umile e schiva, con la sua chitarra sempre dietro, suonata con altrettanta semplicità e schiettezza. Ma quello che sorprese più di tutti fu la sua capacità di cantare con gentilezza e delicatezza i problemi dell’America nera di periferia, in anni in cui tali problemi venivano spesso urlati con rabbia e aggressività, divenendo portabandiera di tutti gli artisti impegnati socialmente e politicamente. Nelle sue liriche dure e drammatiche oggi troviamo l'11 settembre, Il Grande fratello televisivo, l'Imperialismo americano e immancabile il tema della difficoltà di ritrovare la propria identità in un mondo sempre più disumano.

La folk-songwriter  politicamente impegnata. La folk-songwriter  politicamente impegnata. La folk-songwriter  politicamente impegnata. La folk-songwriter  politicamente impegnata. La folk-songwriter  politicamente impegnata. La folk-songwriter  politicamente impegnata. La folk-songwriter  politicamente impegnata. La folk-songwriter  politicamente impegnata.


 Telling Stories

Telling Stories


Folk 2000



 New Beginning

New Beginning


Folk 2006



 Collection

Collection


Pop-Folk