Non sei ancora registrato?  Fallo ora!
CERCA  

Le porte della percezione

The Doors

Le porte della percezione


15/04/10
"Se le porte della percezione fossero sgomberate, ogni cosa apparirebbe così com’è, infinita."

Sono i celeberrimi versi di William Blake, lo stesso di TIGER:

TIGER, tiger, burning bright
In the forests of the night,
What immortal hand or eye
Could frame thy fearful symmetry?



Le porte della percezione: Paradiso e Inferno è anche il titolo italiano di un breve scritto di Aldous Huxley del 1954 intitolato The Doors of Perception e tratta di esperienze vissute atraverso l'utilizzo della mescalina, principio attivo del peyote (Cacto Lophophora williamsii).

Jim Morrison riprende tutto il filone, aiutato nel frattempo anche da Albert Hofmann e dalla nuove percezioni che la sua molecola dietilamide-25 meglio conosciuta come LSD aiutava a sentire!

Crea così uno dei primissimi gruppi che spaccarono in due dalla fine degli anni sessanta vecchia a enuova generazione.

The Doors nascono sotto l'impeto creativo di Jim nel 1965, terminando nel 1973 con la morte in "circostanze misteriose" di J. Morrison.

In quegli anni nascevano molti di noi della nuova guardia, molti di noi hanno giocato con le porte e i limiti. Dopo circa 40 anni di experiences con Doors, Hendrix, Rolling Stones, Stooges e qui la lista potrebbe durare un'intera pagina, mi chiedo cosa rimanga di tutta questa percezione nella concretezza del futuro già costruito e di quello che stiamo per costruire!

Che gli sciamani possano portarci l'illuminazione per risollevare il mondo dalla tristezza e dall'abulimia verso l'arcobaleno degli apaches.

Lunga vita al rock'n'roll






Le porte della percezione Le porte della percezione Le porte della percezione Le porte della percezione







 L.A. Woman

L.A. Woman


Rock 1971


 An American Prayer

An American Prayer


Psychedelic Rock 1978



 Doors

Doors


Rock 1967